Cometa Giacobini-Zinner (21/P)

 

 

La cometa venne scoperta da Michel Giacobini, a Nizza, il 20 dicembre 1900 e il 23 ottobre 1913 dal tedesco Ernst Zinner. Nonostante si fosse determinata la periodicitÓ della cometa sin dalla scoperta di Giacobini, il calcolo dell'orbita risult˛ errato di circa sei mesi, permettendo la scoperta di Zinner, in anticipo rispetto al presunto ritorno.

La cometa ha una periodicitÓ di circa 6 anni e mezzo. Il passaggio del 1946 fu particolarmente favorevole con la cometa che pass˛ a soli 0,26AU dalla terra, sfiorando la visibilitÓ ad occhio nudo.

Il passaggio del 1985 fu osservato con particolare attenzione da molti astrofili, in quanto la cometa venne presa come "esercizio" per rodare la campagna osservativa della cometa di Halley (l'International Halley Watch - IHW). Per me rappresent˛ la mia prima osservazione di una cometa.

 

 

Passaggio del 1998

1998 - 21 novembre   Telescopio Dobson 51cm f/4.5, Passo del GiovÓ

Chioma mediamente condensata con nucleo concentrato ma non stellare. Coda visibile per circa 10', con asse maggiore verso E con PA di circa 80░ gradi. Osservata a 190x.

 

Passaggio del 1985 - LA MIA PRIMA OSSERVAZIONE DI UNA COMETA

1985 - 7 agosto   Telescopio Dobson 25cm f/4.5,  Camogli (GE)

 

L'aspetto della chioma Ŕ perfettamente sferico, con il bordo sud-est pi¨ definito di quello settentrionale. Magnitudine 9, grado di condensazione tra il 4 e il 5.

 

Osservata a 125x ingrandimenti.    -   Qui ci sono i report inviati all'IHW

 

1985 - 2 agosto   Telescopio Dobson 25cm f/4.5,  Camogli (GE)

Dettagli visibili nel disegno: 1) "uncino" ben definito, bordo meridionale della chioma, 2) getto principale della coda, 3) "uncino" parte settentrionale della chioma. Magnitudine 9.2, grado di condensazione della chioma 6.

 

Osservata a 125x.

1985 - 22, 23, 24 luglio   Telescopio Dobson 25cm f/4.5,  Camogli (GE)

In tutte le tre notti la cometa ha l'aspetto a ventaglio, senza alcuna coda cospicua visibile. Si notano dei getti ai lati della parte centrale della chioma (nei disegni rif. 1 e 2). La sera del 23, la visione appare disturbata dal chiarore di Beta Cas. Magnitudine 9.7-9.8, condensazione 5 / 6.

 

Osservata a 125x.

 

Pagina principale