Cometa Aarseth Brewington (C/1989 W1)

 

 

La cometa fu scoperta da Knut Aarseth, astrofilo norvegese, e Howard Brewington, americano, il 16 novembre 1989. Ha raggiunto la magnitudine 2.8 verso la fine del mese di dicembre.

Pochi sanno, o ricordano, che questa cometa fu scoperta indipendentemente il 18 novembre da Vittorio Zanotta, astrofilo milanese dedito alla ricerca di questi astri. La circolare IAU n 4907 del 17 novembre 1989 riportava la scoperta di Aarseth e Brewington. La circolare successiva n 4908 del 20 novembre riporta la scoperta di Vittorio:

 

                                Circular No. 4908

INTERNATIONAL ASTRONOMICAL UNION
Postal Address: Central Bureau for Astronomical Telegrams
Smithsonian Astrophysical Observatory, Cambridge, MA 02138, U.S.A.
Telephone 617-495-7244/7440/7444 (for emergency use only)
TWX 710-320-6842 ASTROGRAM CAM     EASYLINK 62794505
MARSDEN or GREEN@CFA.BITNET    MARSDEN or GREEN@CFAPS2.SPAN
COMET AARSETH-BREWINGTON (1989a1)
E. Bowell, Lowell Observatory, reports the following precise positions obtained by B. Skiff at the Anderson Mesa station:

     1989 UT             R.A. (1950) Decl.
     Nov. 19.06076   16 17 34.40   +26 54 27.1
          19.06840   16 17 34.42   +26 54 04.1
          20.06424   16 17 47.14   +26 10 49.1
          20.06840   16 17 47.03   +26 10 40.0
Total visual magnitude estimates: 

Nov. 18.11 UT, 8.3 (C. S.Morris, Pine Mountain Club, CA, 20x80 binoculars; 20' tail in p.a. 45 deg);
18.74, 8.2 (R. Panther, Northampton, U.K., 0.26-m reflector);
18.75, 8.5 (M. V. Zanotta, Laino, Italy, 0.15-m reflector;independent discovery).

1989 November 20            (4908)          Daniel W. E. Green

1989 - 7 dicembre  Comet Catcher 15cm Schmidt Newton f/3.6, Dobs on 25cm f/4.5,   Torgnon   

Ha sviluppato una coda di circa 1,5 visibile visualmente e di circa 2,1 fotograficamente. Osservazione visuale con il 25cm a bassi ingrandimenti, poco prima dell'alba. Si nota un debole alone verde azzurro in corrispondenza della chioma, soprattutto nella parte iniziale della coda. Ottimo spettacolo.

Ripresa con il CC su pellicola TMX3200, posa 8', sviluppo a circa 2500 ASA.

1989 - 1 dicembre  Dobson 25cm f/4.5,   Passo di San Marco

Si nota un coda di 20' circa con il telescopio a 70x, PA coda 35, diametro chioma circa 5', magnitudine 7,7. La chioma appare perfettamente circolare con una graduale ma netta condensazione centrale. Molto pronunciato l'effetto goccia in direzione della coda, apparenze simmetriche.

Osservata con Dobson da 25cm a 70x.

Pagina principale